Puoi giocare ad Azul registrandoti su BoardGameArena. È gratis!

Uno dei miei giochi preferiti, un astratto coloratissimo, strategico e cattivo al punto giusto.
Andiamo in Portogallo con le nostre piastrelle di ceramica, i famosi azulejos.

Da 2 a 4 giocatori, per una durata di circa 20-30 minuti a partita, Azul può vantare un riconoscimento importantissimo: lo Spiel des Jahres 2018, il più importante premio in ambito ludico.

Ogni piattino (5 in due giocatori, 7 in tre, 9 in quattro) contiene 4 azulejos, pescati casualmente e -quasi sempre- di colore differente.
Scopo del gioco è completare righe dello stesso colore, per riempire strategicamente la griglia di destra, accumulando punti.

Scegliendo, ad esempio, le due mattonelle blu dal piattino in alto, potremo decidere in quale delle 5 righe piazzarle. Come è evidente, le righe hanno da 1 a 5 spazi ed eventuali azulejos eccedenti valgono come penalità a fine turno, piazzati nella sezione inferiore della nostra plancia.

È molto importante notare che le eventuali mattonelle non scelte saranno tolte dal piattino e posizionate al centro dell’area di gioco, accanto alla mattonella “1”.

Dal turno successivo, ogni giocatore potrà quindi pescare sia da uno dei piattini ancora disponibili o, in alternativa, dall’area centrale. Vige sempre la regola di dover prendere tutti gli azulejos accomunati dalla stessa trama.
Inoltre, una volta iniziata una riga, è necessario completarla utilizzando solo mattonelle dello stesso colore.

Se un giocatore è il primo a pescare dal centro, ottiene anche la mattonella “1”, una tessera penalità da piazzare nella parte inferiore della propria plancia ma che garantisce il vantaggio di essere il primo a giocare nel turno successivo.

Quando, tra piattini e area centrale, non ci sono più mattonelle, il turno termina e si procede al calcolo del punteggio.
C’è da ricordare che si sposta nella griglia solo una mattonella e, soprattutto, solo se la riga è completa.

In un gioco comunque semplice e accessibile a tutti, il punteggio risulta essere la cosa più complessa da capire.
Ogni mattonella appena spostata vale tanti punti quante le mattonelle orizzontali e verticali che incrocia, essa inclusa.

Nella foto seguente, la mattonella arancione vale 1 punto, perché è la prima ad essere posizionata e non ha adiacenze ortogonali.

Anche la seconda riga è completa, con due azulejos blu. Una viene traslata a destra e si trova immediatamente sotto alla arancione appena piazzata. Tale mattonella vale 2 punti, perché attiva l’intera colonna, composta appunto da 2 azulejos.

In una fase più avanzata, viene traslata la mattonella col simbolo azzurro e sfondo bianco. Va ad incrociare una riga composta di 4 azulejos più una colonna composta da altri 2, per complessivi 6 punti.

Compreso il meccanismo di punteggio risulterà naturale preferire combinazioni che possano attivare combinazioni più vantaggiose con le mattonelle già posizionate nei turni precedenti.
E, magari, potremmo lasciare agli avversari proprio quel colore che sarà impossibile piazzare…

Il gioco termina quando almeno un giocatore completa almeno una riga. Si completa il turno e si procede regolarmente a traslare gli azulejos, contando i punti.
Al punteggio finora accumulato, si sommano 2 punti per ogni riga completa, 7 per ogni colonna completa e 10 per ogni set di 5 mattonelle dello stesso colore.